Stile Enrico IV  (  Henri IV  ) è lo stile artistico , in particolare in architettura e arti decorative , che predominava in Francia al tempo di Enrico IV (1589-1610). Il suo prolungamento nei decenni successivi è chiamato Luis XIII Style .  1  Entrambi sono tra il Rinascimento e il Barocco . La seconda scuola di Fontainebleau , ancora attiva, non è considerata inclusa nello “stile di Enrique IV”.

Per l’  Encyclopædia Britannica  , lo stile associato a questo re è caratterizzato dal personaggio di questo, un uomo con un grande concetto, che non si perde nei dettagli.  2

L’architettura del tempo segue i modelli italiani di Jacopo Vignola e i testi classici di Vitruvio .  1

La modernizzazione di Parigi fu una delle maggiori preoccupazioni del re (a cui è attribuita l’espressione ” Parigi vale una messa “). Come il più grande esempio del nuovo design urbano è stata la  Place des Vosges  . Anche al regno di Enrico appartengono il  Pont Neuf  , la  Place Dauphine  , e parti del  castello di Fontainebleau  e del  Palais du Louvre  (la galleria inferiore di  Bord-de-l’Eau  ). L’architetto Louis Métezau costruì i primi  hôtels  nel 1605.

Furono impiegati artigiani fiamminghi che si insediarono al Louvre come seminario per  meilleurs et plus souffisans ouvriers  , tra cui l’ebanista Laurent Stabre . Gli artigiani furono anche inviati per imparare i loro mestieri nelle Fiandre.  1

Anche dalle Fiandre è stata introdotta una colonia di tappezzieri fiamminghi, che è stata fondata nell’ex lavasecco dei Gobelins . Tra questi c’erano François de La Planche (di Anversa) e Marc de Coomans (di Oudenaarde). Tra le sue opere c’erano la  Storia di Artemide  e la  Storia di Coriolano  , con modelli di Henri Lerambert  3  e Laurent Guyot .  1