L’orientamento  , in architettura , è la disposizione del pavimento degli edifici con criteri astronomici . È molto importante per l’ illuminazione ed è stato considerato nel corso della storia in diverse culture per motivi religiosi.

Preistoria

L’ architettura megalitica preso in considerazione questi criteri, e anche alcuni dei suoi esempi più notevoli (interpretato Stonehenge ) come meccanismi di controllo e predire i movimenti del sole , la luna e le stelle .

Vedi anche:  disco Celeste di Nebra

Egitto

L’ architettura egiziana , dal momento predinastica , risponde a una visione del mondo astronomico, in cui l’ Occidente (dove il sole muore ogni giorno) è il mondo sotterraneo e il mondo dei morti. Le tombe erano orientate secondo il corpo del defunto , con la testa rivolta a ovest. Nei templi egizi , il luogo prescelto e il suo orientamento erano fondamentali per la sua costruzione. Sono stati costruiti su un albero orientato Est a Ovest , che ha reso il sole sorgeva il luogo più sacro (la camera di Dio) e mettere tra pilonosdell’ingresso; Tuttavia, ci sono alcune eccezioni, come il Tempio di Luxor , poiché l’orientamento potrebbe essere più complesso e includere altre considerazioni. La rotta Nord-Sud del Nilo si orienta anche tra le sue due sponde: le tombe erano preferite sul lato ovest ( Valle dei Re ).  1

Altre civiltà mediterranee

Un orientamento legato a Venere ( Astarte ) è stato osservato in alcuni templi fenici .  2

Vitrubio offre diverse soluzioni di orientamento per i templi romani , sebbene evidenzi i vantaggi dell’orientamento che tiene conto del sorgere del sole:

L’orientamento dei templi degli dei immortali deve essere impostato come segue: se non v’è alcun ostacolo e se l’occasione, l’immagine sacra, che sarà collocato nella  cella , Si sarà orientata ad ovest, in modo che coloro che vengono a all’altare per immolare vittime o sacrificio, guardare verso est e verso la sacra immagine al tempio; Così, coloro che dirigono le loro preghiere contempleremo allo stesso tempo il tempio e l’Oriente e dare l’impressione che le stesse immagini stanno contemplando coloro che sollevano le loro preghiere e sacrificio le loro vittime, quindi è necessario che gli altari degli dei sono orientati verso est. Se il luogo presenta un ostacolo serio, allora l’orientamento dovrebbe essere cambiato ogni volta che il tempio può contemplare la maggior parte della città. Se, come in Egitto lungo il Nilo, sorgerà un tempio vicino ad un fiume, sarà orientata verso le rive del fiume. Allo stesso modo, se stanno per essere vicino a strade pubbliche,

De architectura  , Libro IV, capitolo V.  3

Per quanto riguarda le città romane (la cui progettazione è stato molto importante, in base al campo romano ), lo stesso Vitruvio raccoglie il suo orientamento preferenziale, seguendo l’asse nord-sud, dovrebbe essere modificato per opporsi alle pareti ai venti prevalenti ed evitare che corrono longitudinalmente verso le strade.  4

Cristianesimo

Dal primo cristianesimo , la preghiera liturgica è stata praticata rivolta ad est (al di fuori o no che la direzione della Terra Santa ), e l’orientamento architettonico di chiese è fatto con l’ intestazione ad est così si accende la luce del mattino l’ altare principale in qualsiasi parte del mondo. Questa usanza può essere inteso come un’eredità di certe pratiche della religione romana (  Ex Oriente Lux  – “East viene Light” -), e anche un Padre della Chiesa come Tertulliano riprende questa possibilità di interpretazione (continuità sincretica diculti solari ), anche se è negarlo.  5  può essere inteso anche come un retaggio della religione ebraica (l’orientamento della preghiera e sinagoghe verso est –  Mizrah  -).  6  Nei dell’ermeneutica biblica non affronta viene interpretata come quella di Gerusalemme , ma come il “Rising Sun”, che a partire dal terzo secolo è simbolicamente identificato con Cristo, come “luce del mondo” o “Sole di giustizia” (Malachia 4 2, Luca 1:78 e Giovanni 8:12), che il cristiano spera nella sua vita terrena (identificato per tutta la notte), basandosi sulla sua venuta gloriosa. Le costituzioni apostolicheprescrivono che le chiese dovrebbero essere costruite con la testa verso l’Oriente.  7  Alcuni autori hanno speculato sul luogo a cui è diretto questo orientamento: per Gregorio di Nisa è il Paradiso terreno ;  8  per Tommaso d’Aquino è il luogo in cui Cristo visse e morì, che sarà anche il luogo da cui verrà a giudicare l’umanità.  9

esempi eccezionali di architettura paleocristiana di tempo di Costantino il Grande ha presentato le absidi a sua estremità occidentale: a Roma ‘s Basilica di San Giovanni in Laterano , Basilica di San Pietro , St. Paul Fuori le Mura -in sua configurazione originale e la Basilica di San Lorenzo fuori le Mura ; ad est la Basilica della Resurrezione di Gerusalemme e le basiliche di Tiro e di Antiochia. La causa di ciò non è stata stabilita con certezza (potrebbe rispondere alla liturgia del tempo – l’officiante era disposto verso il popolo e non viceversa, come fu poi stabilito -, o per altri motivi). Le costruzioni successive furono quelle che fissarono il modello orientato a est: il rimodellamento di San Pablo Extramuros, di San Pietro in Vincoli e delle basiliche di Ravenna .  8

Questo orientamento delle chiese cristiane verso l’Oriente è stato mantenuto durante il Medioevo , e rimane ancora nel cristianesimo orientale . In Occidente non viene preso in considerazione dal XVI secolo ( Riforma protestante e controriforma cattolica ).

Nell’architettura monastica , i chiostri e le dipendenze che li circondano si trovano di solito sul lato sud delle chiese, il che determina l’orientamento generale del tutto. Lo stesso di solito accade con i chiostri attaccati alle cattedrali e ad altre chiese non monastiche.

Vedi anche:  Mappa di T in O  ,  Versus populum  e  Ad orientem  .

10

Islam

Nell’islam l’orientamento è particolarmente importante: la  qibla  (la direzione in cui la  salat  – preghiera islamica – e il muro della sala di preghiera delle moschee devono essere fatte) è la direzione verso la Mecca .

Vedi anche:  Moschea # Sala di preghiera: orientamento della qibla o alquibla

Civiltà orientali

India

Articolo principale:  Art of India

Nella cosmologia indù ci sono concetti dell’orientamento astronomico basato sul quadrato e sull’ottagono, con otto dei guardiani. Lo  yoni  dello zero, e in secondo luogo il suo opposto, quello dei quattro (che indica l’orientamento verso est o ovest), sono considerati i più favorevoli per un tempio indù , sebbene i calcoli siano molto più sofisticati.  11

Cina

La disposizione spaziale dei palazzi e dei templi cinesi risponde ai criteri di una visione del mondo che include un orientamento sofisticato, solo parzialmente astronomico.

Vedi anche:  Città Proibita  e  Tempio del Cielo  .

Giappone

Articoli principali:  architettura  giapponese  e  giardino giapponese  .

Vedi anche

  • Westwerk

Riferimenti

  1. Torna su↑ L’orientamento dei templi egizi . L’orientamento a stella dei templi egizi
  2. Torna a top↑ L’orientamento dei templi fenicie di punti peninsulari meridionali lo stesso culto , informazione, 20/05/2013.
  3. Torna in alto↑ Citato in Vetus Religio
  4. Torna a inizio pagina↑ “L’orientamento delle strutture nell’architettura romana” .
  5. Torna in cima↑  Apologeticus pro Christianis  , cap. XVI, citato in ” Orientamento delle Chiese “.  Enciclopedia cattolica  (in inglese) . New York: Robert Appleton Company. 1913.  OCLC  1017058  .
  6. Torna all’inizio↑ “Mizrah” (1997). Enciclopedia giudaica. Fonte citata in: Mizrah
  7. Mi torna alla cima↑ II, 7, citato in ” Orientamento delle Chiese “.  Enciclopedia cattolica  (in inglese) . New York: Robert Appleton Company. 1913.  OCLC  1017058  .
  8. ↑ Vai a: un  b  ” Orientamento delle Chiese ‘.  Enciclopedia cattolica  (in inglese) . New York: Robert Appleton Company. 1913.  OCLC  1017058  .
  9. Torna all’inizio↑  Summa Theologiae  , II-II, Q. lxxxiv, a. 3, citato in ” Orientamento delle Chiese “.  Enciclopedia cattolica  (in inglese) . New York: Robert Appleton Company. 1913.  OCLC  1017058  .
  10. Torna su↑ La dimensione escatologica dell’architettura della Chiesa: le radici bibliche dell’orientamento della Chiesa. Fonte citata in : Versus populum e in: Ad orientem
  11. Torna all’inizio↑ «Cosmologia induista» .