L’ illuminazione è la tecnica che studia le varie maniere di produrre luce (artificiale) così come il monitoraggio e l’applicazione per scopi specifici.

Tecnicamente, la luce è una forma di energia che fa parte dello spettro elettromagnetico visibile all’occhio umano. Lo spettro comprende le onde cosmici, microonde , raggi gamma , radar, onde radio, raggi ultravioletti e X – raggi . L’occhio umano è sensibile a una piccola gamma di spettro, dal viola (400 nanometri ) al rosso (750 nanometri ) in lunghezze d’onda.

Principali grandezze fotometriche

  • Flusso luminoso : flusso luminoso è la quantità totale di luce emessa da una sorgente luminosa in un’unità di tempo, l’unità di misura è il lumen (lm). È usato per indicare la quantità di luce espressa in una riproduzione sorgente luminosa area o punto. Quando la sorgente di luce è una lampada flusso luminosonon distribuito uniformemente. Il Փ flusso luminoso è un indice rappresentativo della potenza luminosa di una sorgente luminosa. Փ = lumen (lm). Esempi di flusso luminoso
tecnologia Flusso luminoso
Lampada a incandescenza da 60W 730 lm
Lampada fluorescente da 36W 3.200 lm
Lampada alogena da 1000W 22.000 lm
Lampada a vapori di mercurio 125W 5.600 lm
Lampada a soda 1000W 120.000 lm
  • Efficienza luminosa : l’ efficienza luminosa descrive le prestazioni di una lampada. È espresso dal rapporto tra il flusso luminoso erogato, il lume e la potenza assorbita, in watt . Il valore teorico massimo ottenibile con una conversione di energia totale a 555 nm sarebbe 683 lm / W. Le efficienze luminose davvero raggiungibili variano a seconda della fonte di luce, ma sono sempre al di sotto di questo valore ideale.
  • L’intensità della luce . L’intensità luminosa di una sorgente luminosa in una determinata direzione, è il rapporto tra il flusso luminoso contenuta in un angolo solido ogni, il cui asse coincide con la direzione considerata , e il valore di detto angolo solido in estereoradianes. La sua unità è la candela (cd).
  • Illuminanza : l’ illuminamento è un indice rappresentativo della densità del flusso luminoso su una superficie. È definito come la relazione tra il flusso luminoso che cade su una superficie e la dimensione di questa superficie. A sua volta, l’illuminamento non è collegato a una superficie reale, ma può essere determinato ovunque nello spazio. L’illuminamento può essere dedotto dall’intensità luminosa. Allo stesso tempo l’illuminamento diminuisce con il quadrato della distanza della sorgente luminosa (legge dell’inverso del quadrato della distanza). La tua unità è lux.
  • Luminanza : Mentre illuminamento descrive la potenza incidente luce su una superficie, vediamo che la luminanza descrive la luce dalla superficie stessa. A sua volta questa luce può essere della stessa area (ad esempio nel caso della luminanza di lampade e luci). Vediamo anche che la luminanza è definito come il rapporto tra l’intensità luminosa e proiettato sul piano perpendicolare alla direzione della superficie di irradiazione. Ma è possibile che la luce venga riflessa o trasmessa dalla superficie. Nel caso di materiali che riflettono in forma dispersa ( smussata ) e trasmessi in forma dispersa ( torbida), E ‘possibile per scoprire l’illuminamento basato luminanza e il grado di riflessione ( riflettanza ) o trasmissione ( trasmittanza ). La luminosità è in relazione alla luminanza; tuttavia, la vera sensazione di luminosità è influenzata dalla lo stato di adattamento dell’occhio, il contenuto contrasto e informazioni circostante della superficie in vista. La luminanza L di una superficie luminescente risultante dal rapporto tra l’intensità luminosa I e la sua superficie proiettata Ap.
    • L = I / Ap
    • [L] = cd / qm

Curve fotometriche

“Le curve fotometriche sono grafici che segnano la distribuzione spaziale della luce a cui si fa riferimento in un piano cartesiano le cui variabili sono la distanza e l’intensità luminosa, è anche chiamata distribuzione luminosa.” 1

La distribuzione delle intensità luminose emesse da una lampada di tipo standard, lo mostreremmo in generale, per un flusso di luminanza di 1000 lumen. Il volume determinato dai vettori che rappresentano le intensità luminose in tutte le direzioni, risulta essere simmetrico rispetto all’asse Y-Y ‘; è come una figura di rivoluzione generata dalla curva fotometrica che ruota attorno all’asse Y-Y ‘.

Reverse law of squares

Legge del quadrato inverso . È stato verificato che gli illuminamenti prodotti dalle fonti di luce diminuiscono inversamente con il quadrato della distanza dal piano da illuminare alla sorgente. Questa legge è soddisfatta quando si tratta di una fonte puntiforme di superfici perpendicolari alla direzione del flusso luminoso e quando la distanza dell’apparecchio è cinque volte maggiore della dimensione dell’apparecchio.

Law of cosine

Legge del coseno Quando la superficie non è perpendicolare alla direzione dei raggi di luce, l’equazione del livello di illuminazione deve essere moltiplicata per il coseno dell’angolo ð che formano con la normale alla superficie con la direzione dei raggi di luce.

Storia

Da tempo immemorabile, l’uomo è sempre stato preoccupato per le loro case fornendo strutture adeguate per far fronte alla mancanza di luce naturale. La prima caratteristica è, naturalmente, il fuoco, che produce calore e luce, prodotto dalla combustione di legna, carbone e altri. Le vecchie lampade erano fatte di ceramica o metallo, avevano una maniglia e uno stoppino all’estremità opposta e un po ‘di petrolio usato come combustibile.

Con l’arrivo del petrolio, il gas cominciò ad essere usato nell’illuminazione. In Brasile , nel 1851 , Irineu Evangelista de Souza , il Barone di Mauá, iniziò l’illuminazione della famosa strada del gas per mezzo di una lanterna. I primi a utilizzare le lampade elettriche sono le lampade ad arco .

Alla fine del diciannovesimo secolo da Thomas Alva Edison , furono le prime lampade elettriche a incandescenza, che in pratica sono la maggioranza a produrre luce, iniziando a essere utilizzate su larga scala.

Vedi anche

  • Ingegneria elettrica
  • luce

Riferimenti

  1. Torna su↑ «Curve fotometriche – Lightroom» . Lightroom . 9 aprile 2015 . Estratto il 22 marzo 2017 .